Time in Jazz compie trent’anni

Di - 24/08/2017
Time in Jazz compie trent'anni
Time in Jazz 2017
Berchidda e altri comuni
8-16.8.2017Il testo scritto quest’anno da Paolo Fresu sul programma del Festival non voleva essere tanto una presentazione delle scelte artistiche della trentesima edizione di Time in Jazz, quanto piuttosto un riepilogo in tono estremamente poetico degli obiettivi e criteri in cui il Festival ha sempre creduto e di quanto è riuscito a creare e a raggiungere in questi decenni. In nuce tutto era già presente nel manifesto artistico e filosofico stilato nel 1988, a cominciare dal tema dell’incontro interculturale nel nome della musica. La dimensione ambientale della distribuzione dei concerti gratuiti su un vasto territorio è poi diventata caratterizzante, a contatto con luoghi sempre diversi e suggestivi, con la presenza di una natura prevaricante, soprattutto quando tira il vento, …”quel maestrale che è il vero protagonista e che porta quanto ha raccolto a nord-ovest del mondo, rubando un po’ di suono e rendendolo ad altri.” Quest’anno per un paio di giorni il maestrale non è mancato, frusciando nei microfoni e sferzando gli spettatori di giorno e gelido di notte.Sembrerebbe che in un festival che giunge alla trentesima edizione tutto dovrebbe essere rodato, consolidato, fluido. Non è così: ogni edizione è unica, momento di un processo in continua trasformazione, e deve comunque superare problemi di carattere organizzativo, logistico e finanziario. Cosa che a Berchidda hanno affrontato con realismo e inventiva, trovando anche soluzioni brillanti: è il caso per esempio del ritorno, dopo quattro anni di assenza, all’Agnata, la tenuta/residenza di De Andrè, con il concerto a lui dedicato da Gaetano Curreri e Fabrizio Fuschini degli Stadio, affiancati da Paolo Fresu e Raffaele Casarano. Grazie a un’attenta regolamentazione dell’accesso, tutto si è svolto garantendo la massima sicurezza e il minimo disagio per i numerosi spettatori, senza che si verificassero gli incredibili intasamenti di traffico come in passato.Ovunque e come sempre il fedele pubblico, con un anno di più sulle spalle, ha risposto con entusiasmo…

Read-More-Button
Foto: Roberto Cifarelli

About Libero Farnè

You must be logged in to post a comment Login