Things We Like: Antonio Bibalo

Di - 21/02/2017
Antonio Bibalo

Sappiamo che la presenza di George Russell in Scandinavia dal 1964 al 1969 fecondò la scena del jazz in quell’area, emancipandolo dalle influenze be-bop ormai logore e favorendo la crescita di personalità come Jan Garbarek e Terje Rypdal. Ma ben meno conosciuta è la vicenda di un musicista di origine italiana, Antonio Bibalo, classe 1922 (quindi della stessa generazione di Russell, un anno più anziano di lui), che ebbe la ventura di diventare il compositore più popolare del Novecento in Norvegia.

Incontriamo per caso questo singolare personaggio e la sua vicenda rocambolesca, accanto a uno stuolo di personaggi storici più e meno conosciuti come Jan (James) Morris, Joyce, Svevo, Ivan Goran Kovačić, Freud, Saba, nella lettura de La città interiore di Mauro Covacich, edito da La Nave di Teseo.

Read-More-Button

About Giuseppe Segala

You must be logged in to post a comment Login