Simone Graziano Full Frontal

Di - 07/12/2015

A dialogo con Simone Graziano

Simone Graziano, pianista e compositore fiorentino trentacinquenne, è giustamente balzato in primo piano negli ultimi anni grazie soprattutto al suo quintetto Frontal, apprezzato con il primo disco omonimo e nelle performance dal vivo. Della formazione, che ha nel frattempo visto Dan Kinzelman subentrare al posto di Chris Speed, è appena uscito il nuovo CD Trentacinque. Per l’occasione abbiamo dunque incontrato Simone e gli abbiamo chiesto qualche informazione sul gruppo e sul nuovo disco.
All About Jazz: Il tuo quintetto Frontal, dopo l’ottima accoglienza del primo disco, arriva al secondo capitolo, Trentacinque, che conferma quanto di buono ascoltato finora anche dal vivo. Puoi dirci come nasce questa formazione e come si è evoluta per giungere a questo stadio?
Simone Graziano: Frontal è lo sviluppo di un’idea di trio: i primi brani, infatti, erano stati originariamente pensati per essere suonati in trio. Poi, un po’ casualmente, nel 2011 mi fu offerto di fare un concerto per l’Estate Fiorentina, con la possibilità -grazie alla disponibilità di un buon budget, cosa piuttosto rara -di invitare ospiti internazionali a mia scelta. E io pensai subito a David Binney e Chris Speed.AAJ: Perché proprio loro?
S.G.: Essenzialmente perché li adoravo e ascoltavo tutti i loro dischi!…

Read-More-Button
Foto
Angelo Trani

About Neri Pollastri

You must be logged in to post a comment Login