Raul Catalano: La filosofia di Han Bennink

Di - 27/01/2016
La filosofia di Han Bennink (L’improvvisazione secondo un batterista)
Raul Catalano
104 Pagine
Mimesis

La pubblicistica in volume relativa ad Han Bennink è alquanto sparuta, ancor più in lingua italiana, per cui—diciamolo francamente—a voler bucare questa cortina di silenzio si poteva fare senz’altro di più. Il lavoro di Catalano, batterista-filosofo veneziano, consta di un’introduzione fin troppo sintetica sulla figura del grande batterista (per limitarci alla sua immagine più conosciuta) olandese, per poi passare all’analisi di una serie di album che l’autore ritiene evidentemente paradigmatici della carriera e dell’estetica del Nostro, album che però si arrestano al 1974, vengono affrontati snocciolando una serie di quelle che potremmo definire “note a piè d’ascolto,” tipo quelle—vien da dire—che noi che di musica incisa scriviamo siamo soliti appuntarci durante l’ascolto della miriade di dischi che si accalcano sulla nostra scrivania, con destinazione lettore (CD) e poi altro lettore (auspicato), in carne e ossa, che eventualmente vorrà—bontà sua—prender visione di quanto abbiamo da comunicargli…

Read-More-Button

About Alberto Bazzurro

You must be logged in to post a comment Login