Poker Di Michael Jefry Stevens

Di - 10/10/2016

Poker di Michael Jefry Stevens

Il pianista, compositore, teorico e didatta Michael Jefry Stevens ha impresso il proprio significativo contributo al jazz contemporaneo attraverso un lavoro che dura da circa quarant’anni, associato a un ampio ventaglio di musicisti e a formazioni di grande interesse, tra cui Mosaic Sextet e Liquid Time con Dave Douglas, The Fonda/Stevens Group con Joe Fonda, Conference Call Quartet con Gebhard Ullmann.
I quattro CD in esame illustrano la recente produzione del pianista, dando una visione articolata del suo lavoro in diversi contesti; ne rappresentano in qualche caso delle autentiche pietre miliari e si collocano con un taglio originale nel panorama della musica improvvisata contemporanea, sottolineando la caratura di strumentista, improvvisatore e compositore di Stevens, attento a una sintesi molto personale delle musiche del Ventesimo e Ventunesimo secolo.

Michael Jefry Stevens
Brass Tactics
Konnex
2015
Valutazione: * * * * ½

La musica di Brass Tactics riunisce brani scritti da Stevens e pezzi totalmente improvvisati. Come suggerisce il titolo, coinvolge un organico di ottoni con due trombe, trombone e trombone basso, ove il pianoforte di Stevens entra in modo discreto, come maestro di cerimonie che lascia spazio, mantenendo polso e visione di regista. Le tattiche di cui parla il titolo si evidenziano in coordinate che indirizzano la musica, senza per questo rappresentare una gabbia rigida…

Read-More-Button

About Giuseppe Segala

You must be logged in to post a comment Login