Ned Rothenberg e il questionario di Proust

Di - 22/03/2017

Ned Rothenberg

All About Jazz Italia: Il tratto principale della mia musica.

Ned Rothenberg: L’intimità.

AAJ: La qualità che desidero nei musicisti che suonano con me.

N.R.: Che abbiano una voce personale.

AAJ: Come musicista, il momento in cui sono stato più felice.

N.R.: È molto difficile sceglierne uno, ce ne sono così tanti e per tante ragioni diverse, e dato che suono da quarant’anni ciascuno è legato a fasi diverse della mia vita. Quando sei giovane, sei felice quando ti si aprono nuovi orizzonti, quindi direi durante un concerto nel mio primo tour in solo in Europa. Suonavo ad un concerto “Lunchpauze” (pausa pranzo) a Utrecht, in Olanda, davanti ad un pubblico di cinquecento persone, di cui nessuno sapeva nulla di me. Tutto ha funzionato quel giorno. Il pubblico mi ha tributato una standing ovation, mi ha dato una fiducia in me stesso che ancora oggi mi mette, artisticamente parlando, di buon umore…

Read-More-Button
Foto: Claudio Casanova

About Paolo Peviani

You must be logged in to post a comment Login