Milestone Jazz Club – Piacenza – 1 ott.- 17 dic.

Di - 19/09/2016

I musicisti lo amano per l’atmosfera speciale che vi si respira. I soci perché sanno che ogni concerto lì in programma è stato scelto e selezionato con attenzione e fiuto ed è sinonimo di qualità. I volontari che si dividono tra il servizio al bar e la cura degli ambienti, ci si sentono come a casa, tanto che si organizzano in turni per averlo sempre lindo e perfetto, pronto per il prossimo concerto. Stiamo parlando del Milestone Jazz Club, storico locale piacentino che quest’anno festeggia un traguardo molto importante. Quella che si inaugura il 1° ottobre in via Emilia Parmense n. 27 alle ore 22.00 è la sua undicesima stagione di attività e concerti che porterà dritti, i primi di gennaio, al suo decimo compleanno.

Una lunga storia, quella del Milestone Jazz Club, che ha creato un legame sempre più forte con il territorio, riuscendo a portare nel corso degli anni ospiti tra i più illustri del panorama jazzistico nazionale e internazionale e che sa riservare anche nella sua undicesima stagione grandi sorprese e desiderio di rinnovarsi.

La prima riguarda la particolare attenzione che verrà rivolta ai giovani con l’intento di coinvolgerli di più nelle attività dell’associazione e che si concretizza in due iniziative di particolare attrattiva. Innanzitutto una volta al mese, a partire da ottobre, è prevista un’apertura straordinaria del Milestone al venerdì, oltre alla normale programmazione del sabato, a cura del chitarrista e docente alla Milestone School of Music, Silvio Piccioni, che farà esibire realtà musicali giovanili. Inoltre è stato pensato uno sconto particolarmente allettante per il tesseramento al Milestone che scende a 6 euro per gli under 30 mentre per tutti gli altri sarà come sempre di 20 euro.

Altre novità sul fronte dell’organizzazione della serata clou, quella del sabato. Per quest’anno è stata posticipata l’inizio dei concerti alle ore 22.00 per dare modo ai soci di arrivare con maggior agio e di poter gustare con tranquillità già prima qualcosa ai tavolini che saranno disposti nel locale attorno al bar, che, altra novità, rimarrà aperto alle consumazioni per tutta la durata del concerto. L’idea della commissione artistica è di lasciare spazio alla libertà di poter dialogare o sorseggiare qualcosa anche durante il concerto, dato che il Milestone è sempre stato un importante centro di aggregazione per tutti coloro che vogliono condividere i propri interessi musicali.

Tra gli obiettivi che sono stati tenuti in considerazione dalla commissione artistica diretta da Angelo Bardini nel programmare questi primi tre mesi di concerti, il punto cardine è senz’altro quello di presentare un’offerta molto variegata sempre di altissimo livello, che riesce a spaziare tra gli stili e le mille sfumature del Jazz. Ognuno potrà trovare il filone che più lo interessa, incuriosirsi per ciò che non conosce, dall’appassionato al neofita e a tutti quelli che desiderano vivere un’esperienza di musica dal vivo sorprendente. Un’attenzione particolare è stata poi quella di dare spazio ai musicisti “locali” e di dare la possibilità agli allievi della scuola di “farsi le ossa” sul palco, suonando spesso insieme e dal vivo, nel corso delle jam sessions.

È il momento di rivelare i nomi dei protagonisti di questa prima parte della undicesima stagione del Milestone: sarà un autunno caldissimo, sul palco si alterneranno leggende e giovani promesse del Jazz italiano.

Senza sminuire il resto della programmazione, la prima parte dell’anno si apre e si chiude con stelle di prima grandezza. La serata inaugurale di sabato 1° ottobre alle ore 22.00 non potrebbe essere più Jazz, di quello con la “J” maiuscola, è infatti affidata a un duo che fa dell’improvvisazione la propria cifra distintiva e che, finalmente, torna a sperimentare insieme in assoluta libertà dopo più di dieci anni. “Liberi…!” è anche il titolo che hanno dato a questo loro ritrovarsi sulle scene. Si tratta del fisarmonicista Simone Zanchini che si esibirà in duo con Antonello Salis che, oltre alla fisarmonica userà anche il pianoforte, a seconda dell’estro della serata. Si ritroveranno insieme dopo molti anni, proprio qui al Milestone, due dei musicisti più geniali della musica italiana e tra i grandi maestri della fisarmonica a livello europeo.

A chiudere i concerti prima della pausa natalizia il 17 dicembre sarà il trio capeggiato da Fabio Giachino con al fianco una tromba veramente d’eccezione, quella di Fabrizio Bosso che sta mietendo successi su successi in tutto il mondo, qui in veste di super-ospite. Insieme a loro suoneranno Davide Liberti al contrabbasso e Ruben Bellavia alla batteria. Il trio è di quelli rodati con una marcia in più, tanto che in qualche data speciale ha deciso di affiancarsi a loro anche Bosso, creando un’alchimia magica sul palco, caratterizzata da una forte energia e da un interplay continuo.

Altri bei quartetti saranno di scena nel mese di ottobre. L’8 ottobre il saxofonista cremonese Mauro Slaviero suonerà in una “Reunion” voluta e cercata da tutti i suoi membri per il piacere che provano a suonare insieme. Gli altri membri del quartetto sono Roberto Soggetti al pianoforte, Paolo Badiini, vecchia conoscenza del Milestone, al contrabbasso e Valerio Abeni alla batteria. Sabato 22 ottobre, verrà presentato il progetto “Herbie’s Spirit” con Michele Vignali al saxofono, Luca Savazzi al pianoforte, Stefano Carrara al contrabbasso e Paolo Mozzoni alla batteria.

Non mancheranno poi le proposte per gli amanti della musica vocale. Una volta al mese infatti si esibiranno gruppi con cantanti di gusto raffinato e dall’interpretazione intensa accompagnati da musicisti d’eccezione. A partire dal 16 ottobre, quando andrà in scena il De Rose Quartet. Dena De Rose alla voce e al pianoforte, Piero Odorici al saxofono, Stefano Senni al contrabbasso e Roberto Gatto alla batteria. Nel mese di novembre le date con vocalist saranno due. Il 12 novembre sarà la volta del quartetto capitanato da una leggenda del jazz, Sheila Jordan, un ritorno importante avendo già partecipato alla seconda edizione del Piacenza Jazz Fest, che sarà accompagnata da un trio affiatato di musicisti esperti ed esperti quali Roberto Cipelli al pianoforte, Attilio Zanchi al contrabbasso e Tommaso Bradascio alla batteria. Mentre il 19 novembre la cantante piacentina Paola Quagliata presenterà il suo ultimo disco dal titolo “Jazzin’ Around Baroque” insieme a Davide Corrini al pianoforte, Luca Garlaschelli al contrabbasso e Rudy Royston già batterista, tra gli altri, di Bill Frisell, Dave Douglas e JD Allen che si è entusiasmato all’idea del progetto e si è voluto unire al gruppo per suonare insieme a loro. Vocalist e compositrice è anche Camilla Battaglia che presenterà il 3 dicembre il suo ultimo lavoro discografico dal titolo “Tomorrow – 2 more rows of tomorrows”, prodotto per l’etichetta Dodicilune. La affiancheranno in concerto Andrea Lombardini al basso elettrico e Bernardo Guerra alla batteria.

Delle vere e proprie chicche aspettano il pubblico del Milestone. Il 5 novembre si esibirà il Trio Bobo progetto nato nel 2004 per condividere la comune passione per la buona musica, in cui suonano i mitici Alessio Menconi (chitarra), Faso (basso) e Christian Meyer (batteria), ovvero la sezione ritmica di Elio e le storie tese, qui in versione rigorosamente fusion. Grande delicatezza e sensibilità musicale sono le premesse per la data del 10 dicembre, in cui suonerà il duo composto da Michele Di Toro al pianoforte e Tommaso Starace al saxofono, che presenteranno la loro incisione dal titolo “From a Distance Past”.

Cadono sempre l’ultimo sabato del mese invece le Jam Session aperte agli studenti, ai docenti della Milestone School of Music e a tutti coloro che avranno la voglia e il piacere di cimentarsi in questo vero e proprio rito della musica Jazz che si ripete nel tempo e che ha svezzato intere schiere di musicisti sulla via dell’improvvisazione. Le date delle Jam Session sono: 28 ottobre e 25 novembre. Il 16 dicembre invece saranno sempre gli allievi a suonare ma in un’occasione più articolata, un vero concerto pre-natalizio.

I concerti sono tutti a ingresso gratuito. L’ingresso al circolo è possibile presentando la tessera del Piacenza Jazz Club o Anspi. È già disponibile la tessera 2017 valida (per i nuovi tesserati) a partire dal 1° ottobre e fino al termine del 2017. Creata come sempre da Cristina Martini, la nuova tessera è dedicata per la seconda volta ad un personaggio vivente del mondo della musica jazz; dopo Carla Bley (2016) ecco l’omaggio ad un artista icona del “cool jazz”: il futuro novantenne Lee Konitz.

Per maggiori informazioni è possibile contattare l’Associazione Piacenza Jazz Club dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19 al 0523-579034 oppure scrivendo a milestone@piacenzajazzclub.it.

About News AAJ Italia

You must be logged in to post a comment Login