Lagarina Jazz 2015 – 8-22 ago.

Di - 28/07/2015

Lagarina Jazz 2015 – Trentino Jazz

Villa Lagarina – Isera – Ala – Mori

 

 

La traccia tematica del programma si concentra sul rapporto tra generazioni diverse nel jazz, quindi si focalizza su formazioni che uniscano musicisti di ampia esperienza e giovani talenti.

 

 

 

Sabato 8 agosto, Villa Lagarina, Piazza Sigismondo Moll, ore 21.

Enrico Rava New Quartet, con Enrico Rava (tromba), Francesco Diodati (chitarra), Gabriele Evangelista (contrabbasso), Enrico Morello (batteria).

Il nuovo quartetto di Enrico Rava mette in scena alcuni tra i più forti musicisti della nuova generazione in Italia. Ancora una volta il fine fiuto di talent-scout del trombettista non si smentisce, e dà occasione a Lagarina Jazz di porre una tessera importante in questa edizione, dedicata al rapporto tra generazioni. Accanto al nostro musicista più amato e apprezzato nel mondo, c’è il chitarrista Francesco Diodati, splendido talento emerso negli ultimi anni. C’è il contrabbassista Gabriele Evangelista, che abbiamo già avuto modo di apprezzare nel quintetto di Rava con Gianluca Petrella. C’è il batterista Enrico Morello, che scaturisce da una scena romana che ha visto brillare Roberto Gatto e Fabrizio Sferra.

 

Martedì 11 agosto, Isera, Corte del Municipio, ore 21.

Enrico Intra (pianoforte), Mattia Cigalini (sax alto), Paolino Dalla Porta (contrabbasso).

Tre generazioni a confronto per questo secondo appuntamento di Lagarina Jazz con il tema del rapporto generazionale nel jazz. Tre eccellenze: il piano di Enrico Intra, musicista noto per l’importante sodalizio con Franco Cerri, ma anche per le collaborazioni con tanti colossi internazionali, da Gerry Mulligan a Dave Liebman. Il contrabbasso di Paolino Dalla Porta, solista che nella registrazione di più di cento dischi vanta una lista di collaborazioni sterminata. Il sax alto di Mattia Cigalini, ventiseienne che ha registrato il suo primo album otto anni fa, con Tullio De Piscopo, Fabrizio Bosso, Andrea Pozza.

 

Venerdì 21 agosto, Rovereto, Mart, ore 17,30.

Roberto Ottaviano: Incontro con l’Arte al Mart.

 

21 agosto, Mori, Parco Villa Annamaria, ore 21.

Gianluigi Trovesi (sax alto, clarinetti), Marco Remondini (violoncello, sax).

Un duo collaudato, che riunisce due musicisti straordinari scaturisce dalla felice esperienza dell’ottetto di Trovesi, del quale Remondini faceva parte. E che rinnova la propria energia e la propria empatia ad ogni nuova esibizione.

 

Sabato 22 agosto, Ala, Palazzo Malfatti-Scherer, ore 21.

Quartetto di Roberto Ottaviano – Forgotten Matches. The Worlds of Steve Lacy. Omaggio alla musica di Steve Lacy.

Con Roberto Ottaviano (sax soprano), Glenn Ferris (trombone), Giovanni Maier (contrabbasso), Cristiano Calcagnile (batteria).

Roberto Ottaviano porta ad Ala il suo progetto “Forgotten Matches. The Worlds Of Steve Lacy”, lo splendido omaggio alla musica del suo maestro. Grande Maestro. Il disco doppio, in parte realizzato da questo quartetto, in parte in duo da Ottaviano con il pianista britannico Alexander Hawkins, è un lavoro di assoluto rilievo nel panorama discografico dell’anno.

 

About Redazione AAJ Italia

You must be logged in to post a comment Login