La Fabbrica del Jazz. Schio, 30 giu.-3 lug.

Di - 30/06/2016

La quinta edizione della “Fabbrica del Jazz”, il festival jazz dell’Alto Vicentino, proposto da Accademia Musicale in collaborazione con il Comune di Schio, Comune di Santorso e l’Associazione mandamentale Commercianti di Schio, entrerà nel vivo dal 30 giugno al 3 luglio, con grandi ospiti, moltissimi eventi pomeridiani e serali, e laboratori di musica e di fotografia. Il festival di Accademia musicale rientra progetto culturale tematico 2016 “Spazi di Confine” lanciato dall’Amministrazione e condiviso con le Associazioni culturali per creare nuove possibilità di interazione nel campo della musica, della danza, della letteratura, delle arti visive.

«L’edizione 2016 del festival – afferma Antonio Moretti, ideatore della Fabbrica del Jazz e responsabile della sua organizzazione – si svolgerà interamente all’aperto, tempo permettendo. Avremo un grande ospite internazionale, e moltissimi ensemble che hanno aderito alla nostra proposta di concerti pomeridiani e serali in diverse location. Guest artist 2016 sarà il trombettista Fabrizio Bosso, artista di riferimento per il jazz, che suonerà con l’Ensemble Jazz dell’Accademia Musicale nella serata conclusiva del festival, uno spettacolo teatrale dal titolo “Natura morta con custodia di sax”, tratto dall’omonimo libro. Prosegue la collaborazione con il Comune di Santorso, che ospita la prima serata, giovedì 30 giugno, e la proposta dei workshop di fotografia di scena. L’edizione di quest’anno vede inoltre una forte partecipazione da parte di ASCOM, che ha reso possibile l’organizzazione di numerosi eventi tra strade e piazze, coinvolgendo diversi locali e attività del centro.»

Gli spazi urbani di riferimento saranno Piazza Rossi, di fronte al Duomo, dove dalle ore 17 si terranno gli eventi a partecipazione gratuita organizzati dalla Fabbrica del Jazz, e Piazza Falcone e Borsellino, dove sono previsti i concerti con biglietto, alle ore 21. In caso di maltempo, le serate saranno ospitate nel Lanificio Conte, la sede storica, dove si sono tenute le prime edizioni del festival. Il programma completo è consultabile sul sito della Fabbrica del Jazz .

Giovedì 30 giugno, nel parco di Villa Rossi a Santorso, alle ore 21.00, sarà di scena il trio formato da Gerhard Gschloessl (trombone), Johannes Fink (contrabbasso), Gioele Pagliaccia (batteria, percussioni) con il loro progetto artistico “Tcharlie”. La serata si realizza in collaborazione con l’associazione INGRUMA’. Ingresso € 8, ridotto € 5.

Venerdì 1 luglio il festival debutta a Schio con “Jazz Afternoon”, le sonorizzazioni a cura di Alessio Berto, alle ore 17, in Piazza Rossi, con jazz latino e brasiliano, dalla Bossa-Nova al Latin Jazz, da Rio a New York. SI prosegue alle ore 19.00, nel Cortile di Palazzo Fogazzaro, con Self Playing Orchestra (Antonio Bertoni e Alice Di Lauro), e in Piazza Rossi alle ore 19.30, la GB Orchestra, diretta da Gastone Bortoloso, suonerà jazz e funky.
Il concerto serale, in Piazza Falcone Borsellino con inizio alle ore 21, presenta “Sugarpie & The Candymen” una band che porta sul palco la passione dei suoi componenti per swing, gipsy jazz, blues, soul, pop e le armonie vocali. Georgia Ciavatta, voce, Jacopo Delfini, chitarra gipsy e armonie vocali, Renato Podestà, chitarra, banjo, armonie vocali, Claudio Ottaviano, contrabbasso, Roberto Lupo, batteria. Biglietto € 8, ridotto € 5.
Altri eventi, organizzati in collaborazione con i locali del centro, si terranno in via Pasubio (ore 18.00) con “Sight in the night” (Susanna Bortolamei: voce, Alessio Vitella: pianoforte, Marco Spagnolo: alto Saxophone), e in via Carducci (ore 20.00) con “Organ Time Trio” (Ettore Martin: sax, Giulio Campagnolo: organo, Marco Soldà: batteria).

Sabato 2 luglio, al Lanificio Conte alle ore 16.30, in collaborazione con la libreria Ubik, si terrà l’incontro con il Maestro Roberto Podio che, prendendo spunto dal libro di Enrico Cogno “Jazz Inchiesta Italia”, racconterà il  jazz italiano e le colonne sonore negli anni ‘60 e ’70. Seguirà un set di danza jazz a cura della Compagnia KRONOS di Ornella Pegoraro con musiche selezionate e adattate da Alessio Berto.
Alle ore 19 si terrà “Piazza Rossi in Lounge” dove Alessio Berto presenta una selezione di musiche jazz del cinema italiano negli anni 1968 – 1972 e le contaminazioni del jazz nel cinema e nei documentari italiani degli anni ‘60 e ‘70.
Nel pomeriggio, alle ore 17 alla Pasticceria Cauduro, il “Tiptoe Duo” (Sabrina Gagliano: voce, Pierpaolo Manca: chitarra); in Galleria Landshu alle 17.45 “The Missouri Sky Duet” (Joy Grifoni: contrabbasso, Maurizio Mecenero: chitarra) e in via Btg. Val Leogra, alle ore 18.30, “Chiara Santagiuliana Quartet” (Chiara Santagiuliana: voce, Andrea Tarozzi: pianoforte, Federico Valdemarca: contrabbasso, Graziano Colella: batteria). In via Carducci alle 19 si esibisce l’Ensemble jazz Allievi dell’Accademia Musicale, diretto dal M° Marco Ronzani.
La serata propone, in Piazza Falcone Borsellino alle ore 21.00, “Ruggero Robin Trio(Ruggero Robin: chitarra, Nicola Sorato: contrabbasso, Rick Latham: batteria), e alle 22.15 “Roberto Gatto Perfect Trio” (Roberto Gatto: batteria, Alfonso Santimone: piano Fender Rhodes, Pierpaolo Ranier: basso elettrico). Biglietto Intero € 10, ridotto € 8.

Domenica 3 luglio, in Piazza Falcone Borsellino alle ore 17.00, il festival presenta un pomeriggio di contaminazioni dallo stile jazz classico, delle songs di Gerswhin all’hip-hop ispirato da Quincy Jones, con Creare Danza di Elisabetta Longhi, MAMA Cooperativa a.s.d. di Marta Miranda, Stage Door a.s.d. di Amber Perkins.
Jazz Afternoon a cura di Alessio Berto, in Piazza Rossi alle ore 17.00, e alle ore 18 in via Carducci il “B&B Jazz Duo” (Bibi Milanese : voce, Marco Birro: pianoforte), e in Piazza 4 novembre “TicchetTrio” (Chiara Dimarco: Voce, Manuel Fardini: Basso, Ukulele, Marco Stibioli: Fisarmonica, Organetto). Sempre alle ore 18 nel  Cortile interno di Palazzo Saccardo, “Gianni Bertoncini Trio” interpreta musiche che affondano le radici nell’interpretazione di brani classici del repertorio jazzistico; con Luigi Vitale al vibrafono, Alessandro Fedrigo al basso acustico e Gianni Bertoncini alla batteria. Alle 19 in Piazza Rossi si esibisce invece il Complesso Strumentale Città di Schio.
Alle 21, in Piazza Falcone Borsellino, l’Ensemble Jazz dell’Accademia Musicale & Fabrizio Bosso in un concerto di musica e parola dal titolo “Natura morta con custodia di sax”, con brani arrangiati dai musicisti dell’ensemble, liberamente tratti dal libro omonimo, che si alternano a monologhi dello stesso volume, a cura della compagnia teatrale “Le ore Piccole”. L’ensemble è formato da Alessia Obino (voce), Mattia Martorano (violino), Sergio Gonzo (tromba), Marco Ronzani (sax soprano), Luca Moresco (trombone), Michele Zattera (chitarra), Paolo Birro (piano), Toni Moretti (contrabbasso), Enzo Carpentieri (batteria), guest è Fabrizio Bosso (tromba). Biglietto € 10, ridotto € 8.

Durante il festival, il fotografo di scena Luigi De Frenza organizza incontri teorici e pratici sulla fotografia a soggetto musicale. Per informazioni ed iscrizioni scrivere a contatto@luigidefrenza.it .

About AAJ Italia News

You must be logged in to post a comment Login