Kudoku

Di - 13/06/2016

Daniele Ninarello & Dan Kinzelman Kudoku

All About Jazz Italia: Kudoku è la performance che presenterete in prima assoluta alla Biennale di Venezia il 17 giugno prossimo. Perché “Kudoku” e come è nata l’idea di questa collaborazione?

Dan Kinzelman: L’idea nasce per NovaraJazz (che ci ospiterà all’inizio della stagione autunnale) da Enrico Bettinello, giornalista e curatore che i lettori di All About Jazz Italia immagino ben conoscano. Personalmente sentivo da tempo il bisogno di stimoli nuovi, di cambiare aria. A volte l’ambiente del jazz rischia di essere molto autoreferenziale e l’occasione di collaborare con un artista che utilizza un altro linguaggio mi risultava estremamente stimolante. Avvertivo un simile entusiasmo anche da parte di Daniele così siamo partiti, scambiandoci una serie di email con parole chiave. Da queste sono emerse concetti che erano ricorrenti nei lavori di entrambi fra cui l’idea di un certo tipo di ritualità. Kudoku ha a che fare proprio con questa idea, parla del beneficio che proviene da una pratica. Nel nostro caso tentiamo di mettere in atto la pratica dell’incontro tra corpo e suono eseguendo un rituale che coinvolga anche lo spettatore. Ma se volete saperne di più dovrete venire a vedere la performance!

Daniele Ninarello: Ho trovato molto stimolante l’idea di unire un musicista e un danzatore perché sperimentassero la relazione tra danza e musica in una dimensione altra dal semplice avvenimento improvvisativo, pratica che comunque appartiene alla ricerca artistica di Dan e anche alla mia. Io e Dan abbiamo cominciato a lavorare a distanza, in maniera epistolare. Accadeva a volte di mandarsi semplicemente flussi di parole sparse. Queste corrispondenze sono servite ad avvicinarci, a conoscerci anche solo da un punto di vista di interessi e sensibilità. Sono emersi poi temi in comune e immagini su cui abbiamo iniziato a lavorare. Molto presto ci siamo trovati ad approfondire lo studio dei rituali di diverse culture, con l’interesse per l’aderenza tra suono e corpo e l’importanza della musica dal vivo a sostegno di un corpo e viceversa…

Read-More-Button

About Vincenzo Roggero

You must be logged in to post a comment Login