José James

Di - 06/06/2016

José James: una grande voce per la Black Music

La recente pubblicazione per la Blue Note di Yesterday I Had the Blues -The Music of Billie Holiday , torna a collocare José James in una piena cornice jazzistica. È una commemorazione della cantante e un approccio tradizionale che oggi James affronta senza paura d’apparire prigionero del passato. L’altro esempio riguarda l’album For All We Know, (Impulse! 2010) realizzato in duo col pianista Jef Neve.
La permanenza in casa Blue Note si rivela fruttuosa. Il suo presidente, Don Was, è un produttore troppo lungimirante per chiudere la personalità del cantante entro precisi confini e i due album realizzati in questi anni lo dimostrano.

Oggi, all’età di 38 anni, José James ha tutti numeri per collocarsi entro la linea evolutiva del miglior canto maschile afro-americano in senso lato (blues, r&b, soul, jazz e quant’altro) nell’attuale logica onnicomprensiva, che fonde e reinventa le forme musicali del Novecento alla luce della contemporaneità e delle nuove tecnologie. La personalità del cantante (concittadino di Prince e non meno eclettico dell’artista scomparso) travalica infatti confini del jazz per abbracciare rap, soul music, funk e sul modello di figure come Gil Scott-Heron, Marvin Gaye, Al Green.

James nasce a Minneapolis il 20 gennaio 1978 da una famiglia di padre panamense e madre d’origine irlandese. Il padre è un buon sassofonista e i dischi di jazz sono di casa…

Read-More-Button

 

Foto
Janette Beckman

About Angelo Leonardi

You must be logged in to post a comment Login