Joëlle Léandre sur les routes. 40 ans de tribulations

Di - 15/02/2017

Joëlle Léandre alla chiesa Saint-Eustache di Parigi

Joëlle Léandre
Chiesa di Saint-Eustache
Joëlle Léandre sur les routes. 40 ans de tribulations
Parigi
28.11.2016

1976-2016. Joëlle Léandre fissa due coordinate storiche per celebrare la sua prima permanenza negli Stati Uniti (Buffalo), i successivi quarant’anni sulle strade del jazz, e il suo punto d’arrivo ideale, a casa, finalmente in Francia. Le tre etichette storiche con cui la Léandre ha inciso negli ultimi anni—Nato, Fou Records e Rogue Art—festeggiano insieme a lei i quarant’anni “de tribulations” con un concerto nella chiesa di Saint-Eustache a Parigi (28.11.2016) invitando in una lunga session la giovane trombonista francese Christiane Bopp, il violinista Mat Maneri, e la compagna storica, performer e vocalist, Maggie Nicols.

Viaggi, fatiche, amicizie sono componenti essenziali nel pensare musicale e nell’essere della contrabbassista francese. “Avventura dell’essere,” apostrofa descrivendo il suo percorso in apertura di concerto. Léandre si commuove dedicando il concerto a Jean-Marc Foussat (Fou Records), Jean Rochard (Nato) e Michel Dorbon (Rogue Art) e ricordando i momenti topici della sua “continua lotta politica musicale,” la centralità del suo essere femminile nel jazz, i numerosi amici d’oltreoceano (cita Derek Bailey, George Lewis, Myra Melford, John Tchicai, Fred Frith, Alvin Curran), i maestri Cage e Scelsi, il gruppo storico Les Diaboliques (insieme a Maggie Nicols e Irene Schweizer), ma anche le iniziali diffidenze francesi… Su queste ultime indugia, nel cuore di Parigi, in una chiesa affollata di amici, prendendosi una sorta di rivincita…

Read-More-Button

About Francesca Bellino

You must be logged in to post a comment Login