Il Ritmo delle Città 18 giugno- 13 luglio

Di - 18/06/2016

Il Ritmo delle Città festeggia i suoi 10 anni all’insegna del jazz: Il Jazz al Festival milanese si ascolterà, ma anche si imparerà, si fotograferà, si ballerà, si mediterà e si gusterà.

Innanzitutto il programma della decima edizione, che è diviso in tre parti dal 18 giugno al 13 luglio: una prima parte, quasi un Festival nel Festival, dedicata alle percussioni con epicentro Villa Simonetta, la sede della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado che ospiterà concerti con Joe Chambers (24/6), Marilyn Mazur (25/6), Giovanni Falzone e Cyro Baptista (27/6) con una selezione sceltissima di musicisti di Artchipel Orchestra e Orchestra di Via Padova, una seconda al Politecnico e all’Orto Botanico Città Studi – Università degli Studi di Milano dedicata invece al pianoforte e ad alcuni suoi grandi interpreti della scena nazionale e internazionale come Danilo Rea (29/6) , Mike Westbrook con Artchipel Orchestra (30/6) e il giovanissimo talento Espen Berg, una terza solo all’Orto Botanico Città Studi – Università degli Studi di Milano tutta dedicata alle voci con l’australiana Sarah McKenzie, accompagnata da the Monday Orchestra (4/7), l’americana Vanessa Rubin, per la prima volta in Italia, e il ritorno di Antonella Ruggiero (8/7). E poi il grande concerto con il Branford Marsalis Quartet con il grande “crooner” Kurt Elling a chiudere la decima edizione il 13 luglio.

E accanto alle 15 formazione di livello nazionale ed internazionale che arricchiscono il palinsesto dei concerti, aggiungiamo 4 eventi collaterali(Orto Botanico Ballroom!@Ritmo Swing Fest, Jazz on Instagram#RitmoJazzClick, Yoga & Jazz ed il Jazz in cucina) e 3 seminari (con Joe Chambers, Cyro Baptista e Vanessa Rubin).

Una menzione speciale va alla incipiente collaborazione con l’Associazione Quartieri Tranquilli a cui il concerto del 6 luglio con Vanessa Rubin è dedicato.

Ma tutti i leader dei gruppi ospiti del Festival saranno chiamati a lasciare un “segno” del loro passaggio a Milano incontrando i giovani prima dei loro concerti.

La decima edizione dello storico Festival il Ritmo delle Città è quindi da noi sentita non come un punto d’arrivo ma come un momento di transizione verso nuove modalità di partecipazione all’evento musicale e che svilupperemo nelle prossime edizioni.

E da una rassegna nata 10 anni fa per descrivere in musica il “suono” delle 9 Zone del Comune di Milano, si arriva oggi a individuare, come terreno d’azione, tre diverse “Città nella Città” che ospiteranno il Festival in questa nuova veste.

Tre centri di formazione e di sperimentazione d’eccellenza come Villa Simonetta, Sede della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, il Politecnico di Milano e l’Orto Botanico di Città Studi gestito dal Dipartimento di Bio Scienze dell’Università degli Studi di Milano, questi ultimi partner storici del RITMO DELLE CITTA’ e del progetto Area M – Il Quartiere delle Musica di cui la nostra iniziativa fa parte dal 2014.
Il Ritmo delle Città avrà infine l’onore di inaugurare – e ne sarà la sessione estiva – l’ampio progetto Jazz&Milano promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano.

About AAJ Italia News

You must be logged in to post a comment Login