Franco D’Andrea uno e trino

Di - 23/11/2015

Franco D'Andrea uno e trino

La pubblicazione del triplo CD con i concerti registrati al Parco della Musica di Roma, offre l’occasione per una chiacchierata con Franco DAndrea, che partendo da questo lavoro, un vero autoritratto provvisorio, si racconta con generosità sulla soglia del suo settantacinquesimo compleanno e dall’alto del suo mezzo secolo abbondante di attività artistica.

All About Jazz Italia: Iniziamo dai concerti al Parco della Musica, sfociati nel triplo CD Three Concerts? Come si è svolta la cosa?
Franco D’Andrea: Quando mi furono proposti i tre concerti con la formula della “carta bianca” al Parco della Musica di Roma, ho immaginato di documentare la mia attività passando attraverso diverse densità di organico strumentale: dal trio inedito con Dave Douglas e Han Bennink, al sestetto, al solo di pianoforte. Fin dall’inizio c’era l’intenzione di documentare i concerti con una pubblicazione, ma si pensava a una selezione. Le mie ambizioni non erano di arrivare a un triplo CD, cosa che non ha precedenti nella mia discografia. L’idea di base non era finalizzata alla registrazione, bensì alla musica dal vivo: abbiamo suonato con l’intenzione del concerto…

Read-More-Button
Foto
Luciano Rossetti (Phocus Agency)

About Giuseppe Segala

You must be logged in to post a comment Login