Francesco Spampinato e Julius Wiedemann: Art Record Covers

Di - 20/02/2017
Francesco Spampinato e Julius Wiedemann
448 pagine
Taschen
2017

Quasi quattro chili di peso per un formato che è più o meno quello degli LP. Sfogliando per la prima volta questo libro monumentale si rimane affascinati e sovrastati dalle immagini, talvolta a tutta pagina, dall’originalità degli stili grafici, dalle impaginazioni ora semplici e minimali, ora ridondanti di sovrapposizioni e di colori, a volte grevemente Kitsch. Nella congerie dei differenti approcci si distinguono immediatamente artisti di primo piano e copertine ben note, ma per la maggior parte ci troviamo di fronte a rarità o a dischi dimenticati. Subito dopo si sente l’esigenza di fare ordine e di capire i criteri che hanno guidato gli autori di quest’opera, pubblicata in tre lingue: inglese, tedesco e francese.
L’introduzione di Spampinato traccia un excursus di carattere storico-cronologico, in cui si evidenziano i passaggi cruciali del contributo dato dagli artisti al design delle copertine. Vari aspetti del rapporto fra arte e musica riprodotta vengono poi approfonditi con una serie di interviste ad artisti visivi (in alcuni casi anche musicisti) protagonisti dell’ultimo ventennio: Tauba Auerbach, Shepard Fairey, Kim Gordon, Christian Marclay, Albert Oehlen e Raymond Pettibon…

Read-More-Button

About Libero Farnè

You must be logged in to post a comment Login