DobiArtEventi – Berlino, Trieste, Šmartno – 16 apr.-2 giu.

Di - 23/03/2016

DAE – DOBIARTEVENTI DAL FRIULI VENEZIA GIULIA A BERLINO PASSANDO PER IL COLLIO SLOVENO. TRE MESI DI APPUNTAMENTI CON GRANDI OSPITI IN LOCATION ORIGINALI TRA ARTE, DANZA E MUSICA CONTEMPORANEA IN CONNESSIONE CON ECCELLENZE GASTRONOMICHE DI FILIERA CORTA

È stato fin da subito uno spazio libero di sperimentazione artistica e musicale e giunta alla sua 15a edizione DobiArtEventi (DAE), manifestazione artistica multimediale organizzata dall’Associazione Culturale Gruppo Area di Ricerca – Dobialab sperimenta una volta in più e da appuntamento estivo si trasforma in un Festival più articolato e complesso che copre quasi tutta la primavera con eventi in Germania, Slovenia e Friuli Venezia Giulia. DAE è nato dall’esigenza di cogliere e accogliere la dinamica vitalità delle traiettorie artistiche del territorio regionale e metterle in rapporto con altre realtà nazionali ed internazionali. Dal 2002 DAE ha intrecciato diversi percorsi e linguaggi creativi, ospitando artisti e progetti provenienti dalla Regione e mettendoli a confronto con personalità nazionali ed estere, diventando così strumento d’indagine dell’identità sia degli artisti che del pubblico nei vari eventi culturali proposti.

Per l’edizione 2016, DAE ha sentito la necessità di espandersi nel territorio che circonda la sua sede storica a Staranzano e si propone di farlo riscoprendo una dimensione relazionale con lo spazio fisico e geografico dell’entroterra Isontino, del Carso e del Basso Friuli. Questa necessità risponde a nuove prospettive culturali nate dalla volontà di cooperare con realtà regionali che valorizzano una nuova idea del territorio legata a un ciclo di produzione e consumo consapevole e sostenibile. Con la rete di partenariato composto da associazioni provenienti da Germania, Norvegia, Olanda, Slovenia e Friuli Venezia Giulia, è stato elaborato un programma artistico dal carattere internazionale. Contemporaneamente DAE si propone di sperimentare gli effetti di un’originale plastica sociale, risultante dall’incontro del pubblico tradizionale con un pubblico estraneo alle pratiche artistiche e culturali contemporanee.

Gli eventi (performances, concerti, esposizioni e proiezioni) si articoleranno nel corso di varie settimane e verranno presentati in diversi luoghi del Friuli Venezia Giulia (Trieste, Aiello del Friuli, Capriva del Friuli, Sagrado – loc. San Martino del Carso, Staranzano, Villa Vicentina), in Germania a Berlino e in Slovenia a Šmartno.

La prima serata di DAE – Dobiarteventi si terrà a Berlino il 16 aprile in un luogo particolarmente “simbolico” ovvero l’ex Italiener Lager, dove Frediano Bortolotti ha pensato di ambientare un intervento artistico nello spazio  pubblico dedicato a Silvano Cosolo. Il titolo sarà CO-CITTADINANZA. BERLINO E DINTORNI. La giornata berlinese di DAE proseguirà in serata al TATWERK con la presentazione del Festival e una degustazione di prodotti di filiera corta friulana. Il resto della serata vedrà la performance KARASEVDAH, performance audio/video del serbo Vladimir Isailović seguito dal live electronics di THE OUTSPACE TUNES OF GULLIDANDA & AL SAGOR con Andrea Gulli  (laptop, nastri, sintetizzatore analogico) e Giorgio Pacorig (organo, Korg MS20, devices).

Con le sue 3 anteprime DAE 2016 diventa più grande e anche più internazionale che mai: si comincia a Berlino in Germania si diceva, per poi spostarsi in Italia a Trieste e infine a Šmartno in Slovenia, ospitando grandi artisti come il pianista Giorgio Pacorig in un duo elettroacustico al Tatwerk di Berlino (16 aprile) o come il noto fotografo Roberto Kusterle in un artist talk a Šmartno tra i vigneti del Collio sloveno (30 aprile). Altri eventi abbracceranno varie altre località della provincia di Gorizia: a Sagrado e Capriva andranno in scena rispettivamente la danzatrice Sara Galiza  con una cena/performance alla trattoria Al Poeta e Martello con il suo jazzcore al Panificio Iordan.  Uno degli eventi più attesi del festival è la performance audio/video dell’artista giapponese Kyoka (etichetta Raster-Noton, fondata da Alva Noto, candidato al premio Oscar per la colonna sonora del film “The Revenant”) all’azienda agricola Denis Montanar di Villa Vicentina (14 maggio). Così come è assolutamente da non perdere la performance di Rabih Beaini insieme al jazzista Piero Bittolo Bon a Dobialab (19 maggio). Il DJ e producer libanese Beaini è infatti un assoluto protagonista della scena musicale sperimentale contemporanea: solo nel 2015 si è esibito in Australia, Russia, Indonesia e al leggendario Berghain / Panorama Bar e al Watergate a Berlino.

DAE avrà quindi una serata dedicata alla musica popolare friulana con la leggenda vivente Fabian Riz al birrificio Primo Campo di Aiello del Friuli e si concluderà il giorno successivo, 2 giugno, a Novacco con quattro artisti internazionali: il percussionista Zlatko Kaučič (premiato con il Premio Prešeren, il più prestigioso premio artistico sloveno), la performer Alessandra Cristiani, anche collaboratrice della Societas Raffaello Sanzio, il chitarrista Mike Cooper, esploratore di musiche del Pacifico, insieme nella stessa sera  all’esilarante one-man- cumbia Rolando Bruno y su Orquesta MIDI.

Ingresso gratuito a tutti gli eventi. Per ulteriori informazioni e prenotazioni si prega di scrivere a in@dobialab.net, www.dobialab.net.

About AAJ Italia News

You must be logged in to post a comment Login