Bombardieri Gallo Calcagnile Trio – Rovereto (TN) – 11 dic.

Di - 09/12/2016

TRENTINOINJAZZ 2016
…il percorso del jazz…
Autumn Edition: 21 settembre – 11 dicembre 2016

Domenica 11 dicembre 2016
ore 19.30
Circolo Operaio Santa Maria
Via Santa Maria, 22
Rovereto (TN)

BOMBARDIERI/GALLO/CALCAGNILE TRIO PLAYS DUKE

Guido Bombardieri: sax alto e soprano
Danilo Gallo: contrabbasso
Cristiano Calcagnile: batteria

ingresso gratuito

L’ultimo concerto del TrentinoInJazz 2016! Domenica 11 dicembre 2016, dopo una lunga, fitta ed entusiasmante programmazione partita lo scorso giugno, si chiude il TrentinoInJazz 2016. Una rassegna unica nel suo genere, articolata tra le varie realtà delle valli trentine, con un ventaglio di proposte che ha abbracciato l’intero arco del jazz contemporaneo. Tra paesini e località turistiche, tra cittadine e concerti in alta montagna, il TrentinoInJazz 2016 ha raccolto successo di pubblico e ottimi responsi critici grazie alla qualità del cartellone.

Dopo sei mesi di programmazione, il festival si chiude a Rovereto (TN) con l’ultimo concerto della sezione TrentinoIn Jazzclub – ideata da Emilio Galante – al Circolo SantaMaria. I protagonisti di questo speciale live sono Guido Bombardieri, Danilo Gallo e Cristiano Calcagnile, un trio a dir poco straordinario: tre personalità cruciali del jazz italiano, che grazie a numerosissime collaborazioni, ad album e a progetti incrociati, tra solismi e gruppi, sintetizzano perfettamente l’autorevolezza internazionale raggiunta dal jazz nostrano. Per l’occasione, la parola d’ordine è Duke.

Nessun segreto, l’intenzione del trio è quella di rivisitare le composizioni del grande Duke Ellington attraverso uno sguardo analitico e asciutto. Un’operazione che incuriosirà sicuramente: i tre musicisti affrontano il songbook di uno dei più autorevoli compositori del ’900 senza alcuno strumento armonico a garantire le grandi orchestrazioni del maestro. Un modo coraggioso ma stimolante per ripartire dallo scheletro, dall’essenza. La Musica di Ellington è patrimonio collettivo e tutto ciò che, in apparenza, manca, suona nell’aria come una solenne presenza. Memoria collettiva e potere dell’immaginario. La profonda leggerezza di un grande maestro. non c’era modo migliore per chiudere il TrentinoInJazz 2016, tra storia, presente e sguardi verso il futuro.

About AAJ Italia News

You must be logged in to post a comment Login