Bobby Avey: Inhuman Wilderness

Di - 01/02/2017

Bobby Avey: Inhuman WildernessInhuman Wilderness

Bobby Avey

* * * ½

Innervoice Jazz

Un trio che si allarga a quartetto in metà delle tracce interpreta Inhuman Wilderness, quinto lavoro a nome del trentaduenne pianista Bobby Avey, ancora poco noto da noi ma piuttosto affermato negli USA. Giustamente, si può dire ascoltando l’album, che ne documenta le idee musicali moderne e inquiete, ma anche la maestria alla tastiera.

Collaboratore di Dave Liebman e studioso della musica haitiana, alla quale si ispira in certi passaggi reiterati e percussivi, Avey ha scelto per tema ispiratore del lavoro, come da titolo, l’idea di imperfezione, di inquietudine, che infatti irrompe fin dalla prima traccia, in trio, dall’andamento nervosamente frammentario, che conduce a un insistito e ipnotico pedale percussivo del piano…

Read-More-Button

About Neri Pollastri

You must be logged in to post a comment Login