Betty Davis: Columbia Years 1968-1969

Di - 01/08/2016

Betty Davis: Columbia Years 1968-1969

La piccola ma intraprendente casa discografica statunitense, Light in the Attic, in collaborazione con la major Sony/Columbia, piazza un uppercut formidabile che toglie il velo ad uno dei misteri meglio preservati della discografia del secolo scorso. Vengono infatti pubblicati per la prima volta i cinque brani che Betty Davis, nata Betty Mabry e sposata con Miles Davis a settembre del 1968, registrò nel mese di maggio dell’anno seguente, proprio a metà strada fra la registrazione di In a Silent Way (febbraio 1969) e quella di Bitches Brew (agosto 1969).

I cinque brani, che in questo album vengono abbinati a tre pezzi più tipicamente rhythm and blues registrati a metà ottobre del 1968 a Hollywood, in un contesto completamente diverso, con Hugh Masekela e musicisti dei Crusaders, segnano un crinale molto importante per Betty, ma soprattutto per Miles Davis. Storicamente queste registrazioni ruvide e cariche di elettricità allo stato puro, segnano il vero punto di svolta fra i due capolavori di Miles sopra citati. Due capolavori che solitamente vengono interpretati come opere molto simili, ma che in realtà lo sono molto di meno di quello che solitamente si pensa. La chiave per capire il cambiamento avvenuto nella musica di Miles Davis fra febbraio e agosto del 1969 è in buona parte proprio contenuta in questi demo…

Read-More-Button

About Maurizio Comandini

You must be logged in to post a comment Login