Alban Darche L’Orphicube: Perception instantanée

Di - 08/07/2014

Alban Darche L'Orphicube: Perception instantanée

Perception instantanée

Alban Darche L’Orphicube

* * *

Yolk Records

Col medesimo organico che nel 2013 aveva dato alle stampe l’album omonimo, l’Orphicube capitanato dal vorace sassofonista e compositore Alban Darche confeziona un seguito, che tiene dietro alle positività, nonché a qualche limite prospettico, che quel lavoro aveva suggerito.

L’intenzione è sempre quella di “inventare un folklore immaginario in cui si mischiano jazz, musica da camera e rock, una sorta di colonna sonora di un film immaginario,” e i risultati, anche qui, si rivelano del tutto in linea con tale assunto. Il tono globale, per la verità, più che francese sembra magari tedesco, o comunque mitteleuropeo (vengono qua e là in mente certe inflessioni della Vienna Art Orchestra seconda versione, quella meno avventurosa e corrosiva), con un’arguzia che sembra fare spesso rima con furbizia, scioltezza con scaltrezza…

Read-More-Button

About Alberto Bazzurro

You must be logged in to post a comment Login